LEGGE DI BILANCIO 2021

E’ stata approvata la nuova legge di bilancio 2021 con poche novità, che comunque hanno la loro rilevanza.

La legge di bilancio 2021 ha prorogato sino al 31/12/2021 il BONUS CASA e L’ECOBONUS mentre la proroga del SUPERBONUS 110% vine prorogato fino al 31/ giugno 2022

LEGGE DI BILANCIO 2021, BONUS CASA, interventi di recupero del patrimonio edilizio nota anche come bonus ristrutturazioni:

Viene prorogata, con riferimento alle spese sostenute fino al 31.12.2021, la detrazione IRPEF del 50% per gli interventi volti al recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis co. 1 del TUIR, nel limite massimo di spesa di 96.000,00 euro per unità immobiliare

Rimangono ferme le ulteriori disposizioni contenute nel citato art. 16-bis del TUIR.


LEGGE DI BILANCIO 2021, SUPER BONUS, interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Resta invariata l’aliquota del 50% per acquisto e posa in opera di infissi e schermature solari:

Viene prorogata alle spese sostenute fino al 31.12.2021 la detrazione IRPEF/IRES spettante in relazione agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti di cui ai co. 344 – 349 dell’art. 1 della L. 296/2006 e all’art. 14 del DL 63/2013.

In  generale,  quindi,  la  detrazione  spetta  nella  misura  del  65%  per  le  spese  sostenute  dal  6.6.2013  al 31.12.2021

Si ricorda al riguardo che, dall’1.1.2018, per alcune tipologie di interventi l’aliquota della detrazione spettante è del 50%,

Nel nostro specifico caso riguardano i serramenti e schermature solari.


LEGGE DI BILANCIO 2021, SUPERBONUS 110 %, Tra le principali novità riguardanti il superbonus del 110% di cui all’art. 119 del DL 34/2020 si segnalano:

  • la  proroga  della  detrazione,  spettante  per  gli  interventi  di  riqualificazione  energetica,  antisismici,
  • impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, alle spese sostenute fino al 30.6.2022 (con l’eccezione degli IACP ed enti equivalenti);
  • la ripartizione in 4 quote annuali di pari importo, in luogo delle 5 rate precedenti, per  le  spese sostenute nell’anno 2022 (con un’eccezione prevista per gli IACP ed enti equivalenti);
  • l’inserimento, fra i soggetti beneficiari, delle persone fisiche (che operano al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione) con riferimento agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche;
  • il requisito dell’indipendenza funzionale dell’unità immobiliare richiesta affinché  possa  essere assimilata all’edificio unifamiliare. Secondo la nuova definizione, un’unità immobiliare può ritenersi “funzionalmente indipendente” qualora sia dotata di almeno tre delle seguenti installazioni o manufatti di proprietà esclusiva: impianti per l’approvvigionamento idrico, impianti per il gas, impianti per l’energia elettrica e impianto di climatizzazione invernale;
  • l’inserimento fra gli interventi “trainanti” agevolati, e nello specifico negli interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con una incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda, degli interventi di isolamento del tetto, a prescindere dal fatto che sia presente un sottotetto riscaldato o meno;
  • l’inserimento tra gli interventi “trainati” che possono beneficiare del superbonus del 110% (se eseguiti congiuntamente a quelli “trainanti”) di quelli finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche di cui all’art. 16-bis co. 1 lett. e) del TUIR (anche se effettuati in favore di persone di età superiore a 65 anni);
  • l’estensione della detrazione agli impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici; la previsione di nuovi limiti di spesa per gli interventi di installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici di cui all’art. 16-ter del DL 63/2013;
  • l’obbligo di posizionare presso il cantiere, in un luogo ben visibile e accessibile, un cartello con la seguente dicitura: “Accesso agli incentivi statali previsti dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, superbonus 110 per cento per interventi di efficienza energetica o interventi antisismici”.
  • perché sprovvisti di copertura, di uno o più muri perimetrali, o di entrambi, purché al termine degli interventi, che devono comprendere anche quelli di isolamento termico delle superfici di cui alla lett. a) dell’art. 119 co. 1 del DL 34/2020, raggiungano una classe energetica in fascia A (la disposizione si applica anche nel caso di demolizione e ricostruzione o di ricostruzione su sedime esistente).

LEGGE DI BILANCIO 2021, PROROGA DELL’OPZIONE PER LA CESSIONE DELLA CESSIONE/SCONTO SUL CORRISPETTIVO DEL SUPERBONUS DEL 110%

È prevista la possibilità di optare per la cessione del credito relativo alla detrazione spettante o per il c.d. “sconto sul corrispettivo” in relazione alle spese sostenute nel 2022 per gli interventi che beneficiano del superbonus del 110% di cui all’art. 119 del DL 34/2020.

Per le altre detrazioni l’opzione può essere esercitata con riguardo alle sole spese sostenute negli anni 2020 e 2021


LEGGE DI BILANCIO 2021, PROROGA DEL CD “BONUS FACCIATE”

La detrazione fiscale spettante per gli interventi di rifacimento delle facciate degli immobili (c.d. “bonusfacciate”), di cui all’art. 1 co. 219 – 223 della L. 160/2019, è prorogata sino al 31.12.2021.


LEGGE DI BILANCIO 2021, PROROGA DEL C.D. “BONUS VERDE”

È prorogato anche per l’anno 2021 il c.d. “bonus verde” di cui ai co. 12 – 15 dell’art. 1 della L. 27.12.2017 n. 205.

La detrazione IRPEF del 36%, pertanto:

  • spetta  per  le  spese  documentate,  sostenute  ed  effettivamente  rimaste  a  carico  dei  contribuenti dall’1.1.2018 al 31.12.2021;
  • fino ad un ammontare complessivo delle spese non superiore a 5.000,00 euro per unità immobiliare ad uso abitativo.

SI RIAPRE LO SHOW-ROOM INTERNORM DI GENOVA

FINALMENTE POSSIAMO RIPARTIRE INSIEME

Dopo più di due mesi dove il nostro Flag-Ship Store Internom di Genova è rimasto chiuso al pubblico per l’agoniata pandemia, si riapre lo show-room di Genova

Siamo lieti di comunicare a tutti i clienti che da lunedì 18 Maggio 2020 si riapre lo show-room di Genova , nel rispetto di tutte le misure sanitarie necessarie per garantire la massima sicurezza dei nostri clienti e del nostro staff.

Si riapre lo show-room di Genova, con alcuni cambiamente nell’orario di ricevimento del cliente, per servire e curare al meglio le vostre richieste abbiamo decisio di

RICEVERE SU APPUNTAMENTO

DAL LUNEDI AL SABATO

telefonando allo 010 9861030 o inviando una mail a info@sermobil.eu, potremmo fissare un appuntamento e dedicare tutto il tempo necessario alla progettazione dei vostri desideri senza attese.

Si riapre lo show-room di Genova, ma non dimenticate che il nostro impegno nel preparare il vostro progetto per la sostituzione dei serramenti attraverso VIDEO CALL, non è finito.

  • preferisci avere un contatto con noi attraverso telefono o video call?
  • inizialmente vorresti progettare il tuo foro finestra senza venire nello show-room?
  • hai un progetto del tutto tecnico con ben indicati i punti finestra e vuoi discuterli attraverso videochiamata prima di venire in show-room?
  • Sei un progettista e preferisci un incontro attraverso videochiamata per discutere eventuali nodi finestra prima di portare il cliente all’interno dello show-room?

Benissino noi ci siamo

  • Chiamaci al 3467618650 oppure al 0109861030
  • i nostri espertissimi tecnici sono a vostra completa disposizione, e direttamente al telefono o con l’ausilio di una videochiamata possono interagire con voi
  • Inviaci il tuo progetto attraverso il nostro indirizzo di posta elettronica info@sermobil.eu svilupperemo il progetto foro finestra per darti il meglio per il benessere tuo e della tua abitazione
  • oppure fissa un appuntamento attraverso il nostro sito www.sermobil.eu sarete ricontattati entro 24 ore per decidere insieme quale percorso percorrere per migliorare e costruire insieme il serramento più adatto alle tue esigenze

PER CHI INVECE DESIDERA VENIRCI A TROVARE PERSONALMENTE

Si riapre lo show-room di Genova, abbiamo adottato tutti gli obblighi nel rispetto delle misure sanitarie necessarie per garantire la massima sicurezza dei nostri clienti e del nostro staff.

  • Distanziamento: deve essere rispettata la distanza di almeno un metro tra clienti e gli impiegati delle attività;
  • Pulizia: i locali devono avere una aerazione naturale ed un ricambio d’aria costante.
  • Sistemi per la disinfezione delle mani: devono essere disponibili e forniti alla clientela gel igenizzanti per le mani e resi accessibili a chiunque
  • Mascherine devono essere assolutamente utilizzate nei luoghi o ambienti chiusi e dovunque non si possa garantire il giusto distanziamento;
  • Pulizia con disinfezione attraverso prodotti specifici di tutte le apparecchiature utilizzate per il lavoro quali pc, mouse e scrivanie

FINESTRE SCONTATE PROMOZIONI

Finestre scontate promozioni. Ci avviciniamo all’apertura dei nostri show-room di finestre, sempre di più si vedono pubblicità sui social,

dove le finestre scontate promozioni che vanno dal 20 al 50%, pagamenti a partire dall’anno 2021.

Preventivi che vengono elaborati e consegnati in 24 ore, con solo due misure, base x altezza.

Anche noi come INTERNORM in questo difficile periodo abbiamo pensato di dare un aiuto al cliente con finestre scontate promozioni.

Ma questa non è la sola soluzione

Quando si decide di fare un investimento acquistando un prodotto finestra che deve durare almeno 30 anni, proteggere dalle intemperie (tutti sappiamo quanto il clima sta cambiando in questi ultima anni), ma soprattutto darci il giusto COMFORT, NON CREARE CONDENSE, ISOLARE DAL RUMONE E NON DIMENTICHIAMO LA SICUREZZA, la soluzione non è FINESTRE SONTATE PROMOZIONE.

le cose da sapere sono molte di più che un semplice base x altezza

ECCO QUELLO CHE FACCIAMO NOI DI SER. MOBIL

PER PRIMA COSA, CHIEDIAMO E VI ASCOLTIAMO.

  • Avete molto rumore?
  • che genere di rumore?
  • In estate la casa è molto calda?
  • come sono orientate le vostre finestre?
  • In inverno avete molto freddo?
  • Si formano molte condense?
  • avete molti spifferi?
  • e’ in una zona molto ventosa?
  • come è, e di cosa è composta la vostra parte esterna?
  • spendete molto in riscaldamento?
  • E in estate per raffrescare?
  • A che piano siete?
  • E’ accessibile facilmente dall’esterno?

SENZA DIMENTICARE IL DESIGN

  • che tipo di arredamento avete?
  • i nuovi mobili sono moderni o classici?
  • che colore hanno?
  • Le maniglie delle porte interne di che materiale sono?
  • sono moderne o classiche?

Queste sono solo una parte delle informazioni che prendiamo sempre.

Senza queste informazioni è impossibile consigliare la GIUSTA FINESTRA, GIUSTO VETRO, CLASSE DI SICUREZZA ALL’EFRAZIONE E CORRETTA POSA IN OPERA per le vostre nuove finestre, che siano di un appartamento in condominio o di una casa indipendente.

Solo cosi potete avere la sicurezza di avere investito bene i vostri soldi e ottenuto quello che cercavate COMFORT, RISPARMIO ENERGETICO, SICUREZZA E MIGLIORE QUALITA’ DELLA VITA

L’acquisto delle sole finestre scontate promozioni non possono dare questi risultati.

Se avete difficolta’ a venire direttamente nel nostro show room

Tutto viene eseguito dai nostri ESPERTI TECNICI COMMERCIALI che con una videochiamata, la richiesta delle informazioni e qualche fotografia, possono avere una prima visione del lavoro e iniziare a proporvi la finestra più idonea, per poi venire direttamente a casa vostra e definire tutti i particolari.

Ser.Mobil non vende un elemento da utilizzare esclusivamente per chiudere un foro nel muro della casa e all’occorrenza fare passare un po di aria

Ser.Mobil progetta la suluzione migliore per dare comfort, risparmio energetico e durata nel tempo alle finestre dei nostri clienti

Nell’immagine sotto, il nostro NUOVISSIMO UFFICIO TECNICO, all’interno sviluppiamo i vostri progetti con la collaborazione dei professionisti che vi seguono, dove possiamo anche presentare i sistemi di posa che vengono da noi utilizzati.

CESSIONE DEL CREDITO

SCONTO DEL 50% SULLE TUE NUOVE FINESTRE SI O NO!

Siamo così sicuri che lo sconto del 50% sull’acquisto delle nuove finestre sia così conveniente?

Da quache giorno si risente parlare del fatidico SCONTO DEL 50% SULLE FINESTRE, sicuramente un annuncio davvero appetitoso per chi ha deciso di sostituire le finestre di casa.

Certamente la quarantena forzata di questi ultimi giorni, ci ha fatto capire quanto le nostre finestre hanno bisogno di essere cambiate e quanto potrebbe aumentare IL NOSTRO COMFORT.

Portandoci a navigare, sui vari motori di ricerca come Google, esplorando ogni cosa possibile, un sogno, un gioco, una canzone e nostre nuove finestre!!!

In queste ricerche sono sicuro abbiate trovato di tutto, Finestre in pvc – in legno – in legno alluminio – in alluminio, e avrete identificato quello che secondo voi poteva essere utile e bello per la vostra casa.

Sono anche certo siate incappati in qualche bella pubblicità che vi offriva lo SCONTO DEL 50% SULLE FINESTRE.

MA SIETE PROPRIO SICURI CHE POSSA ESSERE COSI’ CONVENIENTE

A questo proposito vi voglio riportare un bellissimo articolo scritto dal “Il sole 24 ore” del 19 Agosto 2019, quando ancora era possibile avere lo sconto immediato in fattura del 50% e il credito d’imposta poteva essere recuperato in 5 anni, vi invito a CLICCA PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO

Già nell’anno 2019 in occasione dell’uscita DL crescita e dell’articolo 10 dove un’ autorevole rivista del settore aveva annunciato questa modifica importante nel settore del serramento, cliccando l’immagine sotto potete leggerne i contenuti.

Era già da subito chiaro che il 50% del credito di imposta che veniva scontato al cliente finale, veniva ceduto a fornitori di beni e servizi o altri soggetti privati (ESCO – SSE).

I quali naturalmente non avrebbero mai acquistato un credito d’imposta che avrebbero recuperato in 5 anni GRATUITAMENTE, ma a una cifra notevolmente inferiore e da nostre fonti si aggirava introno al 25/30% in meno.

Esempio, costo della fornitura 10.000,00, SCONTO IN FATTURA 50% 5.000,00, credito d’imposta rimanente venduto a società esterne a 2.000,00 euro (chiaramente anche loro voglio guadagnare visto che ritornano in 5 anni)

Risultato: il serramentista, per dare l’impressione di concedervi lo sconto immediato in fattura del 50% in realtà lo aveva ricaricato sul preventivo.

Quindi il cliente o acquista finestre con qualità molto più bassa del prezzo pagato, o paga un costo molto più del valore del finestra.

SCONTO IN FATTURA O CESSIONE DEL CREDITO

Ora arriviamo all’anno 2020 con tutte le novità dell’articolo 10 del Decreto Crescita ma anche la legge 205/2017

Vegono inserite diverse novità, nel settore del serramento, tra queste la più significativa, la possibilità di ottenere lo sconto immediato in fattura per i lavori condominiali che hanno un valore superiore ai 200.000,00 euro, e rimane comunque la detrazione del 50% in 10 anni per chi si appresta a sostituire i serramenti, ma non più SCONTO DEL 50% IN FATTURA.

Altro bell’articolo della rivista del settore datato 9 gennaio 2020 clicca sull’immagine

Abbiamo contattato una società di servizi, che ha stipulato un’ accordo con una grande società privata ESCO (forse la più grande) per chiedere informazioni su come funziona il meccanismo dello SCONTO DEL 50% SULLE FINESTRE.

Come si possono cedere le detrazioni per l’ECOBONUS

Per prima cosa si deve mandare una comunicazione all’Agenzia delle entrate, contenente tutti i dati dei coinvolti e dell’operazione di cessione, la mancata o errata comunicazione rende nulla la cessione del credito.

Nella comunicazione, che deve essere inviata entro il 28 febbraio dell’anno succesivo a quello dove si è fatta la spesa, si devono riportare, i dati catastali, il codice fiscale del contribuente e la denominazione corretta del fornitore al quale si sta cedendo la detrazione.

Ancora di più oggi non fatevi ingannare dallo sconto immediato in fattura.

Chiunque lo fa vi proporrà in seguito, di cedere loro il credito derivante dalle detrazione fiscali a cui voi avreste diritto in 10 anni, illudendovi di avere uno sconto immediato del 50% ma in realtà è stato caricato sul preventivo.

Perchè le aziende che rilevano il vosto credito d’imposta lo recuperano in 10 anni, quale azienda potrebbe farlo senza un guadagno?

E oggi che il recupero non è più in 5 ma in 10 anni la percentuale che richiedono è decisamente più alta, la soluzione è quella di ricaricare il preventivo, per sostenere il costo.

Cosa succederà quando andrete a firmare il contratto.

Per poter avere lo SCONTO IN FATTURA, il beneficiario deve comunicare all’Agenzia delle Entrate la cessione del suo credito d’imposta, con relativo riempimento dei moduli, procedure e protocolli vari, vi ricordo altresì che il minimo errore compromette l’esito positivo della pratica.

Molte volte viene anche comunicato dal venditore che lo sconto sarà leggermente inferiore, ossia, esempio: il 45% anzichè il 50%, attribuendo la causa ai costi di gestione pratica, in modo da recuperare ancora qualche denaro.

INFINE

A oggi non abbiamo ancora utilizzato questo sistema di vendita SCONTO IN FATTURA , perchè riteniamo che, far credere al cliente cose non reali sia poco professionale, cercheremo di resistere il più possibile, sperando che il mercato non ci imponga questo modello di vendita.

FINANZIAMENTO

Noi abbiamo preferito allo SCONTO DEL 50% SULLE FINESTRE offrire ai nostri clienti pagamenti personalizzati con finanziarie primarie.

permettendo di recuperare l’intero 50% in 10 anni, pagando il valore reale delle finestre acquistate, con un FINANZIAMENTO 10 RATE A INTERESSI ZERO

Oppure pagamenti personalizzati anche a 120 mesi, l’interesse viene pagato dallo Stato, e potete subito godere delle finestre nuove con una rata piccolissima.

Sotto una tabella con esempio di acquisto finestre per un’importo di 10.000,00 euro con rate che vanno dai 60 ai 120 mesi senza perdere il 50% di detrazione che lo stato vi dà la possibilità di recuperare in 10 anni

Prendendo per esempio 60 mesi con una rata mensile di 198,00 euro, 42,00 euro vengono rimborsati dallo stato, aggiungendo poi il risparmio energetico che è stimato nel 20/25% le finestre sono quasi gratis.

Dopo i 60 mesi iniziate a guadagnare, tutto questo senza perdere la vostra liquidità nell’immediato.

RICORDATE L’ARTICOLO DE ” IL SOLE 24 ORE”

NEL 2019 IL CREDITO D’IMPOSTA SI POTEVA RECUPERARE IN 5 ANNI E CONSIGLIAVA GIA’ IL FINANZIAMENTO, PENSATE ORA CHE INVECE SI RECUPERA IN 10 ANNI………….